Bitcoin ritarda i 10.000 dollari sul programma di acquisto di obbligazioni aziendali di fed


0
Categories : Bitcoin
  • Bitcoin ha ridotto le perdite del lunedì dopo aver registrato una sorprendente inversione di tendenza intraday
  • La criptovaluta è rimbalzata di ben il 7,82% rispetto alla sua sessione a un minimo di 8.895 dollari
  • Ora è tornata a puntare a 10.000 dollari, mentre la Federal Reserve ha annunciato l’intenzione di estendere il suo piano di acquisto di obbligazioni societarie.

Il prezzo del  è Bitcoin salito martedì, registrando un drammatico ritracciamento dopo che la Federal Reserve ha segnalato i suoi ultimi sforzi per sostenere l’economia statunitense attraverso la pandemia in corso.

Il tasso di cambio BTC/USD ha oscillato di ben il 7,82% dopo aver raggiunto ieri il minimo intraday a 8.895 dollari. La domanda di acquisto nella principale valuta crittografica del mondo ha avuto una spinta dopo che la Fed ha annunciato che sta acquistando fino a 250 miliardi di dollari in obbligazioni societarie individuali.

In precedenza, il Bitcoin Trader era sceso di oltre il 10,10 per cento dal suo massimo del 10 giugno di 10.011 dollari. Il suo movimento al ribasso è venuto soprattutto sulla scia di un simile trend di correzione delle azioni statunitensi. La correlazione positiva tra Bitcoin e l’indice di riferimento statunitense S&P 500 è cresciuta dal crollo di marzo 2020.

14 BTC & 95.000 giri gratis per ogni giocatore, solo in mBitcasino’s Exotic Crypto Paradise! Gioca ora!

La vicinanza tra i due mercati è continuata anche questa settimana. Entrambi sono scesi drasticamente lunedì, con Bitcoin in testa alle perdite dopo aver preso spunto dai futures S&P 500. Ciononostante, i trader opportunisti sono saltati di nuovo sui mercati mentre le sessioni erano in corso, spingendoli verso l’alto usando la narrativa della Fed.

„Questo è l’ennesimo segno che la Fed farà tutto ciò che è in suo potere per aiutare la liquidità“, ha detto a WSJ Ryan Detrick, un senior market strategist di LPL Financial. „Preoccupazioni per una seconda ondata? Nessuna preoccupazione, la Fed è qui“.

Più guadagni per bitcoin

Gli sforzi di stimolo della Fed finora hanno contribuito a spingere sia la Bitcoin che l’S&P 500 dai minimi di marzo 2020. Gli analisti ritengono che la banca centrale continuerebbe ad agire come una forza stabilizzatrice per questi mercati contro i timori di una seconda ondata di infezioni virali negli Stati Uniti e in Cina.

I trader hanno un aspetto rialzista anche martedì. I futures legati all’S&P 500 sono aumentati dell’1,43% rispetto alla sessione europea aperta. L’apertura della sessione europea è stata anticipata dell’1,43% rispetto all’apertura della sessione europea, ma il punto di riferimento degli Stati Uniti si apre in verde dopo la campana di apertura di New York. Allo stesso modo, anche Dow Jones e Nasdaq Composite sono in attesa di un buon inizio.

Mentre la correlazione irregolare di Bitcoin con le azioni statunitensi cresce questa settimana, la crittovaluta potrebbe capitalizzare sull’ottimistico mercato azionario statunitense per testare il suo livello di resistenza hardcore di 10.000 dollari.

„Finché la FED può stampare denaro e fare quello che vuole, la vostra analisi tecnica è inutile chiamare tops è inutile“, ha scritto su Twitter un trader pseudonimomoyus.

Raduni di ipercompratori

Nel frattempo, metriche tecniche specifiche del mercato azionario, come il Relative Strength Indicator, avvertono che le azioni sono in eccesso di acquisti. Ciò equivale ad una correzione negativa, che, a sua volta, pone dei rischi per la corsa al toro di Bitcoin verso o sopra i 10.000 dollari.

„Dopo ore per le azioni sono tutte in rialzo. Sembra una specie di trappola. Abbiamo avuto tutto il giorno per fare qualche mossa e non è successo niente. Mi ha un po‘ preoccupato“, ha detto un altro trader.

L’indicatore di forza relativa di Bitcoin, in confronto alle azioni, è neutro. La crittovaluta ha spazio sufficiente per muoversi in entrambe le direzioni.